Avis, numero verde, avis giovani, fios AVIS NAzionale AVIS Toscana


AVIS dona il 5 x mille

EVENTI

Chi ben "principia" è a metà dell'opera

Il 2020 è stato un anno molto difficile, sia dal punto di vista del nostro impegno come Associazione sia da un punto di vista sociale. Le buone notizie, però, alla fine sono arrivate.
Alla data del 31 dicembre 2020 abbiamo raggiunto un nuovo traguardo, con un numero di donazioni attesta su 525, cifra con cui è stato superato il dato dell’anno precedente dello stesso periodo.
Questo ci riempie di orgoglio, perché è la prova dell’impegno e della dedizione che mettiamo nel nostro lavoro, nell’opera di sensibilizzazione alla donazione che portiamo avanti sin dalla fondazione di Avis Firenze e dell’opera di supporto al sistema sanitario regionale che sono alla base del nostro operato.
L’emergenza Covid-19 ha messo in luce tutte le difficoltà del nostro sistema sanitario ed il timore era che le donazioni subissero un destino analogo che avrebbe portato ad un drastico calo dei numeri.
Con nostra grande soddisfazione, invece, così non è stato. I donatori hanno risposto alla chiamata ed hanno dato un contributo importante nell’approvvigionamento di sangue, plasma ed emoderivati.
Questo però non sarebbe stato possibile senza l’aiuto e l’impegno dei ragazzi del Servizio Civile, che hanno dato il loro prezioso contributo nella gestione degli appuntamenti durante l’emergenza e nei mesi successivi, contribuendo a mantenere stabile l’approvvigionamento delle suddette donazioni in un momento di forte crisi come quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi.
Il nostro più sentito ringraziamento è quindi rivolto ai donatori, sia abituali che nuovi (ad oggi oltre 500), ai giovani volontari del Servizio Civile che hanno reso possibile raggiungere questo obiettivo che, speriamo, sarà solo il primo di molti ed alle istituzioni che non hanno fatto mancare il loro importante sostegno.
Il 2021 si apre con il rinnovato appuntamento a donare con le Istituzioni. per mercoledì 13 gennaio abbiamo ricevuto le prenotazioni del Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e del Vicepresidente Stefania Saccardi.
L’appuntamento è previsto all'Unità di Raccolta Avis Palagi ex IOT.
La partecipazione anche delle Istituzioni al dono del sangue è un buon esempio, che speriamo possa essere d’ispirazione a chi volesse iniziare a donare e uno sprone per i donatori abituali a non interrompere un’attività che si è dimostrata essere di vitale importanza, sia sul piano sanitario che su quello umano.
Il nostro ringraziamento è per tutti coloro che ci hanno aiutato e che vorranno continuare a farlo, insieme. Perché, per citare un celebre inno calcistico, “You’ll never walk alone”, non camminerete mai da soli.
È il nostro impegno, e sempre lo sarà.

Il 2020 è stato un anno molto difficile, sia dal punto di vista del nostro impegno come Associazione sia da un punto di vista sociale. Le buone notizie, però, alla fine sono arrivate.
Alla data del 31 dicembre 2020 abbiamo raggiunto un nuovo traguardo, con un numero di donazioni attesta su 525, cifra con cui è stato superato il dato dell’anno precedente dello stesso periodo.

Questo ci riempie di orgoglio, perché è la prova dell’impegno e della dedizione che mettiamo nel nostro lavoro, nell’opera di sensibilizzazione alla donazione che portiamo avanti sin dalla fondazione di Avis Firenze e dell’opera di supporto al sistema sanitario regionale che sono alla base del nostro operato.

L’emergenza Covid-19 ha messo in luce tutte le difficoltà del nostro sistema sanitario ed il timore era che le donazioni subissero un destino analogo che avrebbe portato ad un drastico calo dei numeri.

Con nostra grande soddisfazione, invece, così non è stato. I donatori hanno risposto alla chiamata ed hanno dato un contributo importante nell’approvvigionamento di sangue, plasma ed emoderivati.

Questo però non sarebbe stato possibile senza l’aiuto e l’impegno dei ragazzi del Servizio Civile, che hanno dato il loro prezioso contributo nella gestione degli appuntamenti durante l’emergenza e nei mesi successivi, contribuendo a mantenere stabile l’approvvigionamento delle suddette donazioni in un momento di forte crisi come quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi.

Il nostro più sentito ringraziamento è quindi rivolto ai donatori, sia abituali che nuovi (ad oggi oltre 500), ai giovani volontari del Servizio Civile che hanno reso possibile raggiungere questo obiettivo che, speriamo, sarà solo il primo di molti ed alle istituzioni che non hanno fatto mancare il loro importante sostegno.

Il 2021 si apre con il rinnovato appuntamento a donare con le Istituzioni. per mercoledì 13 gennaio abbiamo ricevuto le prenotazioni del Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e del Vicepresidente Stefania Saccardi.

L’appuntamento è previsto all'Unità di Raccolta Avis Palagi ex IOT.

La partecipazione anche delle Istituzioni al dono del sangue è un buon esempio, che speriamo possa essere d’ispirazione a chi volesse iniziare a donare e uno sprone per i donatori abituali a non interrompere un’attività che si è dimostrata essere di vitale importanza, sia sul piano sanitario che su quello umano.
Il nostro ringraziamento è per tutti coloro che ci hanno aiutato e che vorranno continuare a farlo, insieme. Perché, per citare un celebre inno calcistico, “You’ll never walk alone”, non camminerete mai da soli.
È il nostro impegno, e sempre lo sarà.

 

Pubblicato il giorno 08/01/2021