Avis, numero verde, avis giovani, fios AVIS NAzionale AVIS Toscana

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player



AVIS dona il 5 x mille

news

RELAZIONE MORALE DEL PRESIDENTE LUIGI CONTE E LINEE GUIDA ASSOCIAZIONE

 

 

 

Carissime Socie e carissimi Soci,

 

l’Assemblea è stata convocata a nome dello Statuto dell’Avis Firenze, dell’Avis Zonale Fiorentina e dell’Avis Regionale Toscana considerando le date di convocazione delle Assemblee delle Avis sovra ordinate. Come ogni anno, l’Assemblea Annuale è un momento istituzionale per il Consiglio Direttivo, un incontro durante il quale ripercorrere tutti gli eventi trascorsi nell’anno precedente e tracciare un quadro completo sullo stato di salute dell’Associazione. All’attenzione dell’Assemblea verranno messe in evidenza le nuove sfide da affrontare in questo 2016 ed il Bilancio Consuntivo del 2015.

E’ necessario che anche quest’anno la nostra Associazione si impegni il più possibile per garantire un apporto costante di sangue ed emocomponenti, in modo da aiutare gli Ospedali e permettere che possano svolgere al meglio il loro lavoro e fornire alle Industrie Farmaceutiche la materia prima per la produzione di plasmaderivati.

Se il 2014 è stato importante per l’accreditamento dell’Unità di Raccolta, autorizzato dal Comune di Firenze, il 2015 ha visto come obiettivo primario l’acquisto della nuova frigoemoteca, progettata espressamente per la conservazione di sangue ed emoderivati, necessaria per soddisfare le richieste delle nuove direttive CE, che la categorizzano come Dispositivo Medico. Per arrivare alla realizzazione di tutto ciò è stato prezioso il contributo del Centro Commerciale Naturale di Boboli, di Summer Suite, della Parrocchia di Santa Maria Novella e dell’Associazione FIAIP Firenze.

Questo è stato anche l’anno che ha visto l’entrata in vigore della donazione differita. Nonostante i primi approcci con le nuove normative siano stati abbastanza difficoltosi soprattutto per i donatori, possiamo dire che, ad oggi, il candidato donatore, opportunamente informato, accetta di buon grado di effettuare il primo accesso di pre-qualificazione. E’ stato stabilito, inoltre, che il donatore ha tempo al massimo 30 giorni dagli esami di idoneità per effettuare la prima donazione, pena l’invalidità del test. In più, un donatore che non dona da oltre 24 mesi, per poter essere reintegrato, deve effettuare nuovamente il primo accesso. Anche i donatori di sangue ritenuti non idonei dal Servizio Trasfusionale potranno contare su retribuzione e contribuzione figurativa per il giorno di assenza dal lavoro ai fini della donazione. Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha infatti firmato un Decreto Interministeriale per garantire le stesse tutele previste per i donatori idonei.

Questo percorso, sicuramente più lungo, permette al Sistema Trasfusionale di “garantire” una donazione periodica sempre più sicura dal punto di vista sanitario e di creare tra il donatore e l’Associazione un rapporto di fiducia, basato sulla tutela della salute del donatore stesso e del ricevente.

Dopo 18 anni, Avis Firenze è riuscita a ricostituire un Gruppo Giovani, formato da ragazzi che con il loro impegno stanno aiutando l’Associazione a diffondere il messaggio della donazione tra i più giovani, attraverso l’organizzazione di eventi e la partecipazione a progetti realizzati dall’Avis Regionale Toscana nelle Università, tra i quali l’AperitAVIS.

 

 

 

Vediamo step by step cosa ha fatto l'Avis Firenze in questo 2015:

 

• Proseguono le collaborazioni con le varie realtà che hanno da sempre aiutato Avis Firenze a sostenere il messaggio di solidarietà invitando i propri afferenti a diventare donatori di sangue associati all'Avis di Firenze.

• Nel mese di Febbraio si è tenuto il “Carnevale AVIS” che ogni anno è organizzato in collaborazione con i Gruppi Organizzati di Galileo ed Ataf e svolto presso l'Auditorium della “FLOG” al Poggetto. Ringraziamo tutti gli organizzatori.

• Nel mese di Aprile si è svolta la manifestazione “Volontariato in Piazza”, in piazza Santa Maria Novella, alla quale hanno partecipato anche altre realtà associative presenti nel territorio fiorentino.

• Sempre ad Aprile è stato ripetuto l'evento dell'Apericena presso il locale “Suite Imperiale” in via Baracca. Il ringraziamento va come ogni anno a Luca Sernesi, proprietario del locale e nostro affezionato donatore. L'evento era stato organizzato con un'estrazione della lotteria, per poter raccogliere fondi per l'acquisto della nuova frigoemoteca.

• Nel mese di Maggio abbiamo sostenuto con la collaborazione dei ragazzi del Servizio Civile, l'Associazione ADISCO, presente alla XII edizione di “Artigiano e Palazzo” presso il Giardino Corsini.

• Nello stesso mese abbiamo partecipato a “DonaBoboli”, una giornata dedicata alla raccolta fondi per l'acquisto della nuova frigoemoteca per l'UdR dell'IOT, grazie alla collaborazione dei commercianti del Centro Commerciale Naturale di Boboli di via Romana.

• Nel mese di Giugno, abbiamo partecipato al presidio organizzato dall'AVIS Nazionale per il Concerto di Tiziano Ferro, volto ufficiale della campagna pubblicitaria AVIS, che si è tenuto presso lo stadio “Artemio Franchi”, modo per avvicinarci ai più giovani e incuriosirli sul tema della donazione.

• Nel mese di Ottobre, abbiamo accolto con immenso piacere il progetto “Due ruote per la solidarietà” di due donatori dell'Avis di San Vincenzo, padre e figlio, Matteo e Massimo Pantani, denominati “i Pirati”. In sella alle loro biciclette e partendo da San Vincenzo, si sono recati a Roma per poi risalire lungo il nostro bel paese, percorrendo ben 800 Km e facendo tappa nelle sedi Avis fino ad arrivare all'EXPO di Milano, dove hanno portato la bandiera della solidarietà di fronte al mondo.

• Sempre ad Ottobre, Avis Firenze ha ripetuto la giornata del “Volontariato in Piazza”, insieme ad altre Associazioni di Volontariato in Piazza Santa Maria Novella. Anche quest'anno è stata celebrata la messa in ricordo di Filippo Galli (elemento dei Bandierai degli Uffizi).

• Ad Ottobre è stato organizzato anche il primo evento in favore di Avis Firenze dal Gruppo Giovani dell'Avis di Firenze, “4 Risate in… compagnia” , presso l'Auditorium della “FLOG” con la partecipazione di comici locali, come Lorenzo Baglioni, I Soliti Soggetti e Roberto Caccamo. Anche in questo caso vanno ringraziati tutti i sostenitori, tra i quali i commercianti del Centro Commerciale Boboli.

• Altra manifestazione molto importante è stata quella del “Trofeo Bruno Bertoletti” che ha visto la partecipazione di oltre 200 podisti, il che significa anche per quest'anno un vero successo! Presenti alle premiazioni il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Eugenio Giani. La manifestazione si è conclusa con il saluto a Bruno Bertoletti presso il cimitero delle Porte Sante, dove Eugenio Giani e la signora Olga Fabbri lo hanno ricordato deponendo una corona d'alloro sulla lapide del nostro carissimo Presidente.

• Durante il mese di Novembre, Avis Firenze ha partecipato alla “Festa del Medico di Famiglia”, tenutasi nel Parco delle Cascine e che ha visto anche i nostri medici trasfusionisti, tra cui la dottoressa, nonché responsabile dell'UdR dell'IOT, Caterina Piragino e la dott.ssa Bianca Maria Venezia, a disposizione per domande e curiosità da parte dei passanti.

• Nello stesso mese di Novembre è stata organizzata una giornata di donazione del plasma, il  “Plasma Day”, presso il Servizio Trasfusionale dell'Ospedale San Giovanni di Dio.

• A Dicembre Avis Firenze ha partecipato al Mercatino della Solidarietà organizzato dal Comune di Firenze in piazza Santa Maria Novella, insieme ad altre Associazioni di Volontariato presenti sul territorio fiorentino.

• L'appuntamento caratteristico della “Giornata del Volontario”, dedicata ai nostri donatori, non poteva certamente mancare. In una veste del tutto nuova, grazie all'organizzazione del socio collaboratore Antonio Divittorio, i nostri donatori hanno trascorso una mattinata davvero piacevole, con il cordiale intrattenimento di due presentatori d'eccezione, Francesca Parigi e l'Avv. Mario Caramitti, della Corale Santa Lucia e dei ragazzi della “LP Crew“ che hanno allietato gli spettatori con delle piacevoli danze. Presenti all'evento, l'Assessore al Welfare e Pari Opportunità, Sara Funaro, il Presidente dell'Avis Toscana, Luciano Franchi, la Responsabile del Servizio Trasfusionale di S.M. dell’Annunziata Antonella Bertelli ed il Dirigente Medico del Servizio Trasfusionale del Meyer, Franco Bambi.

 

Riflettiamo ora sui dati statistici del 2015:

- n. 12 soci ex-donatori cioè coloro che per ragioni di età o di salute hanno cessato l’attività donazione e partecipano con costanza all’attività associativa;

- n. 10 soci collaboratori cioè coloro che con continuità esibiscono funzioni non retribuite di riconosciuta validità nell’ambito associativo.

- Per un totale di n. 2795 soci effettivi escluso coloro che non donano da più di due anni.

- Donatori attivi, cioè coloro che nel corso dell’anno hanno eseguito almeno una donazione n. 2.122

- I nuovi soci donatori iscritti sono n. 266.

- Le donazioni dell’anno sono state: 3.286 sangue intero, 811 plasmaferesi, 312 multicomponent.

- Per un totale complessivo di 4.409 donazioni.

L’avvento delle nuove direttive regionali, pur garantendo maggiore controllo e sicurezza, ha aumentato il numero di restrizioni in materia di donazione, facendo si che si verificasse un incremento dei Soci “temporaneamente sospesi”. Per quanto riguarda i candidati donatori idonei che non hanno effettuato ancora la prima donazione, Avis Firenze non li abbandona mai, ma grazie ai volontari vengono richiamati periodicamente, auspicando che nei prossimi mesi si presentino a donare per la prima volta. Questo è anche una conseguenza dovuta alla volontà di intraprendere la strada della donazione differita, che è tortuosa, perché, nell’ultimo anno ha richiesto e richiede tuttora maggiore impegno da parte del donatore che deve recarsi per ben due volte (nel giro di 20 giorni) al Servizio Trasfusionale, cosa molto spesso problematica per i lavoratori.

 

Com'è stato trasmesso il messaggio del dono del sangue?

 

L’Associazione ha sempre come scopo quello di eseguire la chiamata ai donatori che per legge è affidata alle Associazioni e non può essere effettuata dai Servizi Trasfusionali, seguendo le norme direttive del Centro Regionale Sangue, in modo da chiamare il donatore a seconda delle necessità reali, così da garantire un’autosufficienza giornaliera. L’ottimizzazione del servizio si è avuta grazie all’utilizzo dell’Agen-Dona, che ci ha permesso di indirizzare la donazione là dove fosse necessaria (sangue o plasma).

Ed anche grazie all’arrivo della nuova App per smartphone, i donatori hanno avuto la possibilità di prenotare la loro donazione 24 ore su 24 in qualsiasi Servizio Trasfusionale della Toscana, mandando un semplice messaggio in cui vengono richiesti i dati del donatore, il tipo di donazione, giorno e orario.

 

Oltre alla pubblicità creata attraverso i mezzi di comunicazione informatici più conosciuti come Facebook e Twitter, quest'anno abbiamo deciso di incentivare la promozione alla donazione attraverso spot radiofonici trasmessi in determinate fasce orarie su “Radio Subasio”.

In collaborazione con l'Avis Regionale Toscana abbiamo continuato la nostra attività di promozione attraverso interventi nelle Scuole Primarie e Secondarie di Firenze, nelle mense universitarie grazie agli eventi #UniversitAvis, agli aperitivi organizzati nelle stesse in orario serale e con giornate di donazione interamente dedicate agli studenti. Tutto questo è stato e continua ad essere realizzato grazie alla collaborazione attiva dei ragazzi del Servizio Civile, Ambra, Carmen e Leonardo, che ci hanno permesso anche di potenziare la nostra presenza nei Servizi Trasfusionali e di essere più vicini ai nostri Soci donatori.
Il Gruppo Giovani, tramite iniziative ed eventi, continua a diffondere il messaggio di solidarietà soprattutto tra le nuove generazioni, proponendo ai ragazzi uno stile di vita sano ed equilibrato così da fargli capire l'importanza del dono ed invogliarli a far parte della grande famiglia Avisina.

 

...E per il nostro futuro???

Ci proponiamo di ottenere risultati sempre migliori. Questo significa:

·         Incentivare l'organizzazione del lavoro fatto dai nostri giovani. E' importante garantire un ricambio generazionale, un avvento di idee fresche e nuove che ci permettano di avvicinarci ad un range più ampio della popolazione attraverso un aiuto reale e attivo;

·         Garantire sempre la presenza dei nostri volontari del Servizio Civile durante gli incontri nelle scuole;

·         Abbandonare, fin dove possibile, la pubblicità cartacea e continuare la promozione attraverso spot radiofonici e pubblicità a costo zero utilizzando canali informatici;

·         Collaborare con le consorelle che gestiscono le Unità di Raccolta creando una rete comune e garantendo una maggiore informazione alla cittadinanza;

·         Incentivare la collaborazione con le Associazioni presenti sul territorio fiorentino con manifestazioni pubbliche;

·          Maggiore presenza nei Servizi Trasfusionali e migliore disponibilità nei confronti del donatore;

·          Inserire postazioni in punti strategici della città con banchini informativi che pubblicizzino la donazione.

·          Inoltre, è previsto, per il mese di ottobre, con la collaborazione dei trasfusionisti dell'Asl 10, un Convegno dal titolo “Donazione del sangue e suo fine”.

Concludo: Siamo tutti libri di sangue; in qualunque punto ci aprano, siamo rossi.

 

Grazie della vostra partecipazione.

IL PRESIDENTE

LUIGI CONTE 

 

Pubblicato il giorno 15/03/2016