Avis, numero verde, avis giovani, fios AVIS NAzionale AVIS Toscana

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player



AVIS dona il 5 x mille

news

Riflessione sul…”TERRORISMO E’ TORNATO” di Antonio Divittorio


 

 

“L'eco delle esplosioni di Bruxelles è arrivato fino in Italia, dove l'allarme terrorismo è tornato su livelli altissimi, con controlli sugli aeroporti e voli verso il Belgio sospesi.
L'Unità di Crisi della Farnesina ha raccomandato in un tweet «ai connazionali presenti a Bruxelles di evitare spostamenti al momento». L'Unità di crisi è «attiva». L'ambasciata italiana in Belgio ha invitato i concittadini presenti nel Paese alla massima prudenza, a evitare gli spostamenti e restare dove si è.”

 

I recenti attentati hanno confermato ancora una volta che il terrorismo è la più grave minaccia alla pace del nuovo millennio.

Il terrorismo è un termine entrato nell’uso comune a indicare la strategia del terrore. La definizione di terrorismo non è unica, e varia secondo il punto di vista.

Le strategie del terrore sono molte, ma hanno in comune l’obiettivo di mettere paura per raggiungere lo scopo. Attirare l’attenzione dell’opinione pubblica su fatti politici è spesso lo scopo principale che si pongono gli esecutori degli atti terroristici. Il terrorismo potrebbe essere definito, a mio giudizio, come “una forma di azione violenta”, la quale mette in pericolo la popolazione civile, e quindi impone una condizione di “terrore” diffusa così da ottenere alcuni risultati di tipo politco.

Il nuovo secolo è iniziato con un attento a livello mondiale del terrorismo di religione islamica, con i tristemente noti attentati dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle di New York. La risposta degli USA, con le operazioni militari in Afghanistan e Iraq, con lo scopo dichiarato di eliminare quello che Bush ha definito l’Asse de Male, ossia quei governi che gli USA accusano di favorire il terrorismo islamico e Al-Qaeda. L’operazione non è riuscita ad eliminare l’organizzazione, ritengo anzi che la strategia armata statunitense  abbia solo incrementato il conflitto, trasformando un paese prima estraneo al terrorismo , l’Iraq, in un vero e proprio campo di battaglia.

Infatti, i successivi attentati a Madrid e Londra sono fatti risalire all’organizzazione islamica ed hanno colpito capitali coinvolte nell’occupazione militare dell’Iraq.

Anche in Italia si sono registrati alcuni atti di terrorismo, non di religione islamica, bensì di natura politica. Varie sigle di gruppi delle nuove brigate rosse hanno compiuto degli assassini. L’organizzazione è stata comunque smantellata dagli agenti della polizia. Si sono anche registrati numerosi attentati con pacchi bomba a istituzioni e caserme.

 

 

 

Questi molteplici eventi dimostrano che il terrorismo è la causa principale di minaccia alla pace.

La pace è una condizione sociale, relazionale, politica (per estensione anche personale ovvero interindividuale, o eventualmente legata ad altri contesti), caratterizzata dalla presenza di condivisa armonia e contemporanea assenza di tensioni e conflitti, che anche noi nel mondo del volontario AVIS dobbiamo sostenere e valorizzare sempre di più.

 

 

 

ANTONIO DIVITTORIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il giorno 30/03/2016