Avis, numero verde, avis giovani, fios AVIS NAzionale AVIS Toscana

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player



AVIS dona il 5 x mille

news

Relazione Morale del Presidente Conte

Carissimi Soci e Socie,

l’assemblea è stata convocata a norma dello Statuto dell’Avis di Firenze, dell’Avis Zonale area fiorentina e dell’Avis Regionale Toscana considerando le date di convocazione delle Assemblee delle Avis sovraordinate.

L’assemblea annuale è, per il Consiglio Direttivo, il  momento nel quale è possibile offrire a tutti un quadro fedele dello stato di salute dell’associazione e far conoscere a coloro che non hanno potuto partecipare agli impegni che l’Avis fiorentino ha gestito nell’anno appena trascorso. In questa assemblea ordinaria cioè non elettiva, saranno sottoposti all’approvazione gli obiettivi da raggiungere nel 2018, il Bilancio Consuntivo del 2017 ed il prospetto di Previsione per il 2018.

Nell’assemblea scorsa è stato rinnovato il Consiglio Direttivo colgo quindi l’occasione per ringraziare i signori Consiglieri che hanno svolto il loro impegno, ma che hanno ritenuto opportuno non ripresentare la propria candidatura. Allo stesso modo elogio i membri del Collegio dei Revisori dei Conti che in questi anni hanno svolto egregiamente il loro mandato. Un grazie particolare ai Consiglieri ed ai membri del Collegio dei Revisori neofiti.

Ringrazio personalmente il Consiglio Direttivo per aver confermato la fiducia nei miei confronti ponendomi alla guida di questa Associazione per il terzo mandato.

L’esecutivo, escludendo la presidenza ed il vicario, si è completamente rinnovato.

Condividiamo insieme le attività svolte da questo Direttivo nel corso del 2017.

Il primo impegno è stato quello dell’incontro con la Comunità dello Sri Lanka. Una delegazione si è recata presso il loro tempio religioso per condividere le informazioni e le modalità per donare sangue. Per questo incontro abbiamo avuto la collaborazione del dott. Isio Masini, direttore del SIMT di S.G.di Dio.

Per il decimo anno abbiamo festeggiato il Carnevale presso l’Auditorium Flog in collaborazione con i gruppi organizzati della Leonardo Galileo , Ataf autolinee. Il dott. Fabio Ninci ha concesso l’utilizzo gratuito  della struttura. L’animazione per i bambini è stata curata dal gruppo Nuvole.

Nel mese di aprile i calcianti della squadra dei Bianchi, santo Spirito, hanno dedicato quattro giornate alla donazione sangue: gli sportivi hanno effettuato la loro donazione associandosi all’Avis di Firenze. L’assessore  regionale alla sanità Stefania Saccardi è stata presente la prima giornata donando.

Firenze ha avuto il piacere di ospitare il convegno dell’Avis Nazionale per la presentazione del libro dal titolo”Avis: novanta anni di impegno nella medicina e nella società”. Una delegazione capitanata dal Presidente Nazionale Vincenzo Saturni ha sostato con il labaro davanti alla targa in via Sant’ Antonino che rammenta il luogo dove nel 1895 nacque Vittorio Formentano. Il convegno si è svolto presso l’Auditorium del Consiglio regionale Toscano.

Avis Regionale Toscana ha deliberato di svolgere l’Assemblea elettiva nel mese di aprile, nella città di Firenze e la Comunale ha collaborato allo svolgimento con la creazione di un tavolo di discussione ed intrattenendo con attività ludiche gli accompagnatori dei delegati. L’azienda di trasporto pubblico ATAF ha messo a disposizione un bus gratuito per lo spostamento dei partecipanti alle attività extra assemblea.

Grazie all’interessamento e alla collaborazione del Vicepresidente Antonio Divittorio, sono stati svolti tre incontri formativi rivolti a tutti i volontari dell’Associazione.

Il primo incontro ha avuto come relatore il nostro consigliere Avvocato Mario Caramitti ed è stata affrontata la responsabilità professionale sanitaria dopo la legge Gelli (06/04/17).

Nel secondo incontro si è discusso su: “Essere volontari, la scoperta di sé attraverso appartenenza, empatia, solidarietà e conflitti”. Relatrice la psicologa dott.ssa Francesca Safina.

Il terzo incontro “Come mangiare bene aiuta a donare” ha avuto come relatore il dott. Francesco Sofi, medico e professore associato dell’Università degli Studi di Firenze.

Il numero dei partecipanti è stato considerevole ad ogni incontro.

Nel mese di maggio, Avis Firenze ha partecipato con i propri volontari alla “Festa del Volontariato”,organizzato dall’Associazione Lo Scarabeo, in via di Ripoli a Firenze allestendo un info point.

Nel mese di luglio con l’ausilio del Sindaco Revisore Baldo Safina è stata organizzata una cena per la raccolta fondi al ristorante Ribalta.

Sempre nel mese di luglio Avis Firenze è stata presente con numerosi volontari al concerto di Tiziano Ferro.

Nel mese di agosto Avis ha sospeso le attività promozionali, intensificando gli appelli alla donazione per carenza sangue e la propria presenza nei servizi trasfusionali.

A settembre, in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Boboli e gli Amici dei Musei, ha partecipato al “Laboratorio di Rificolone” in via Romana. Il ricavato dell'evento è stato interamente devoluto alla nostra associazione.

Sempre nel mese di settembre è stata organizzata una “Domenica in Avis” con la visita alla Farmacia di Santa Maria Novella e la gita sull’Arno con la barca dei Renaioli.

La serata si è conclusa con un aperitivo conviviale presso il Bar San Carlo sotto la sede associativa.

Alcuni dei nostri soci e membri del Consiglio Direttivo hanno partecipato al “Corso donazioni volontarie” che abbiamo realizzato in collaborazione con AICS-Solidarietà di Firenze, Avis Campi Bisenzio e con ADMO Firenze. Obiettivo del corso è stato quello di formare un gruppo di volontari attivi nelle associazioni di volontariato su tutto il territorio fiorentino con lo scopo di informare la popolazione promuovendo la donazione del sangue ed il trapianto del midollo osseo.

Nel mese di ottobre si è svolta la “Giornata del Volontario” in Palazzo Vecchio con la regia di Antonio Divittorio.

Quest’anno la festa ha avuto come titolo “Rosso Passione”. Avis è riconoscente verso tutte le persone che hanno collaborato per la realizzazione della Giornata: Samira Amicucci, Pola Cecchi, Luca Giannelli, La Scuola ArteDanza Firenze, la ballerina Gaia Peretta. L’evento è stato presentato da Carmen Guariglia e Raffaello Zanieri che ha ospitato in radio (Radio Blu) il presidente di Avis Firenze per promuovere l'evento.

Alla fine di ottobre, grazie alla collaborazione di Lodovico Chioccini, è stata organizzata una cena dal titolo “Serata amici Avis Firenze” presso il Torrino di Santa Rosa al circolo la  “Rondinella” che ha coinvolto un notevole numero di partecipanti. Parte dell’incasso è stato devoluto ad Avis Firenze.

Il primo di novembre si è svolto il XXVI Trofeo Bruno Bertoletti. Oltre 250 i partecipanti che hanno preso parte alla manifestazione podistica non competitiva. Un sentito grazie ai consiglieri organizzatori di questa manifestazione: Robalti e Chioccini. Al termine della corsa, una delegazione di Avis Firenze si è recata presso il Cimitero delle Porte Sante dove il presidente del Consiglio Regionale, Eugenio Giani, ed il presidente Conte hanno deposto una corona di alloro sulla lapide di Bruno Bertoletti.

Nel mese di novembre si è svolto, in collaborazione con l’associazione Giacomo onlus, il convegno “Donazione e ricerca: insieme per la vita”.

Il presidente Conte è intervenuto esponendo la realtà fiorentina della promozione alla prevenzione e ricerca.

Adelmo Agnolucci, presidente di Avis Toscana, ha ribadito il concetto su base regionale.

Il dott. Isio Masini ha illustrato la donazione personalizzata con particolare riferimento ai donatori intolleranti al glutine. Sono inoltre intervenuti: il dott. Alessandro Casini presidente del corso di laurea magistrale di scienze, Giovanni Cruschelli presidente di Giacomo onlus, il prof. Enrico Mini e la dott.ssa Stefania Nobili dell’Università di Firenze ed il dott. Luigi Rigacci ematologo oncologo.

Moderatore della discussione Antonio Divittorio.

Ancora nel mese di novembre abbiamo partecipato alla Firenze Marathon con i volontari resisi disponibili per l’evento.

Il 27 novembre le ragazze del Servizio Civile Loredana, Sabrina e Monica hanno accompagnato un gruppo di giovani universitari alla loro prima donazione presso il servizio trasfusionale del Meyer.

Il 13 dicembre, al termine della riunione del Consiglio Direttivo, è stato fatto un incontro conviviale con numerosi volontari presso l’Osteria dei Cento Poveri. Per l’occasione sono stati consegnati dei riconoscimenti associativi ad alcuni volontari che si sono distinti per il loro operato nel corso dell’anno.

Sabato 16 dicembre, Avis Firenze, ha inaugurato una targa in via Romana in memoria di Bruno Bertoletti, indimenticato presidente di Avis Firenze e fondatore di Avis Regionale Toscana. Un particolare ringraziamento alla moglie di Bruno, Olga Fabbri, oggi presidente onorario della nostra associazione.

Ripercorriamo come la nostra associazione si è fatta conoscere nel 2017.

Tramite i giornali locali abbiamo pubblicizzato con il nostro logo, trafiletti di promozione ed interviste con richiamo alla donazione.

Abbiamo ottimizzato l’informazione della Newsletter con la formazione di un team di sei persone.
Pubblicità a costo zero utilizzando i canali informatici come facebook ed i siti di Avis Comunale e Regionale.

Prosegue la campagna pubblicitaria gratuita su tutti gli autobus di Ataf gestioni: una vetrofania posta nel riquadro dietro la postazione dell’autista pubblicizza la donazione del sangue con l’indicazione del numero verde di Avis.

Un’altra forma pubblicitaria che abbiamo prediletto è stata quella di utilizzare la pagina centrale del libretto-programma della stagione teatrale del teatro Puccini.

Prosegue l’iniziativa proposta dalla catena di negozi delle Macellerie Vignoli: il donatore presentando un buono, rilasciato al momento della donazione, riceve in regalo una bottiglia di vino e la possibilità di avere uno sconto sulla spesa del 10% in qualunque dei loro negozi.

Gradirei a questo punto porre l’attenzione anche al Bilancio Consuntivo del 2017.
Le spese sostenute dell’associazione sono state particolarmente scrupolose ed hanno consentito una diminuzione di spesa nella gestione ordinaria. Grazie ad un lascito testamentario della Signora Annetta Marchi, abbiamo avuto la possibilità di liquidare i quasi totali debiti della nostra associazione.

Cosa ci attende nel futuro?

La nostra sede, pur avvalendosi del lavoro quotidiano di due impiegate, deve puntare sulla collaborazione massiccia del volontario. Chi fa volontariato è orientato ai valori umanitari e all’altruismo: predisposizione necessaria per iniziare a fare attività di volontariato.

Il volontario deve avere il senso dell’appartenenza all’associazione quindi tempo libero da dedicare alle attività associative ed allo sviluppo del lavoro ordinario quale la chiamata al donatore, l’accoglienza dello stesso nelle varie strutture trasfusionali.

Il volontario moderno non può improvvisare ed è richiesta anche una costante formazione per svolgere al meglio tutte le attività istituzionali. Altruismo, tempo e pianificazione degli impegni di vita, senso di appartenenza ed identità sono elementi fondamentali per l’attività nel volontariato.

Non basta questo. Come associazione e quindi con i ragazzi del Servizio Civile, adeguatamente preparati, dobbiamo incrementare gli interventi nelle scuole e nelle università. Seguire il percorso del donatore neofita. Essere presenti nelle manifestazioni popolari cittadine. Programmare eventi con altre Associazioni presenti nel territorio fiorentino creando una rete di comunicazioni.

Riflettiamo ora sui dati statistici del 2017:

- n. 15 soci ex-donatori cioè coloro che per ragioni di età o di salute hanno cessato l’attività donazione e partecipano con costanza all’attività associativa;

- n. 11 soci collaboratori cioè coloro che con continuità esibiscono funzioni non retribuite di riconosciuta validità nell’ambito associativo.

- Per un totale di n. 2.640 soci effettivi escluso coloro che non donano da più di due anni.

- I nuovi soci donatori iscritti sono n. 315.

- Le donazioni dell’anno sono state: 3.360 sangue intero, 631 plasmaferesi, 288 multicomponent.

- Per un totale complessivo di 4.279 donazioni.

 

 

 

Il nostro futuro???

Ci proponiamo di ottenere risultati sempre migliori. Questo significa:

·                     Incentivare l'organizzazione del lavoro fatto dai nostri giovani. E' importante garantire un ricambio generazionale, un avvento di idee fresche e nuove che ci permettano di avvicinarci ad un range più ampio della popolazione attraverso un aiuto reale e attivo;

·                     Garantire sempre la presenza dei nostri volontari del Servizio Civile durante gli incontri nelle scuole;

·                     Abbandonare, fin dove possibile, la pubblicità cartacea e continuare la promozione attraverso spot radiofonici e pubblicità a costo zero utilizzando canali informatici;

·                     Collaborare con le consorelle che gestiscono le Unità di Raccolta creando una rete comune e garantendo una maggiore informazione alla cittadinanza;

·                     Incentivare la collaborazione con le Associazioni presenti sul territorio fiorentino con manifestazioni pubbliche;

·                      Maggiore presenza nei Servizi Trasfusionali e migliore disponibilità nei confronti del donatore;

·                      Inserire postazioni in punti strategici della città con punti informativi che pubblicizzino la donazione.

·                     Creare un gruppo giovani, tentativo già fatto nel 2017 con risultati poco costanti.

 

Desidero concludere con una frase che utilizzo sempre come finale delle relazioni di questo esecutivo: Siamo tutti libri di sangue; in qualunque punto ci aprano, siamo rossi.

 

Grazie della vostra partecipazione.

 

 

 

 

Pubblicato il giorno 19/02/2018